Motori accesi in tempi difficili

Motori accesi in tempi difficili

Janne Haarala, manager del segmento dei lubrificanti per veicoli commerciali di ExxonMobil in Europa, ci parla del settore degli autotrasporti e delle sfide che ha superato negli ultimi 100 anni, e chiede ad alcuni esperti del settore informazioni su come affrontare il cambiamento.

Quello dei trasporti su strada è tra i settori più importanti a livello globale, spinto dagli sviluppi tecnologici, dalla crescita economica, dalla globalizzazione e dalle competenze di guida di generazioni di conducenti appassionati. Tutto è iniziato nel 1879, quando Karl Benz ha brevettato il primo motore a combustione interna: uno sviluppo rivoluzionario che ha fatto il suo debutto su un autocarro nel 1895, mentre anche Rudolf Diesel realizzava un'innovazione straordinaria.

Nei 130 anni successivi il viaggio è stato costellato di innovazioni e importantissimi eventi che hanno contribuito a plasmare il settore così come lo conosciamo oggi. E questo viaggio è ancora in corso; il COVID-19 è solo l'ultimo incidente che ha imposto una deviazione nel percorso del settore dei trasporti, ma molti sviluppi significativi sono stati stimolati da influenze ben più positive.

Motori accesi in tempi difficili

Cosa altro accadrà per il settore degli autotrasporti?

Motori accesi in tempi difficili, dalle guerre mondiali alle crisi economiche, fino al COVID-19, cosa altro accadrà per il settore degli autotrasporti?

Scarica l’infografica

La nascita dei lubrificanti per motori diesel

I lubrificanti hanno dato uno dei contributi più significativi: gli oli e i grassi, spesso ignorati, sono essenziali per la protezione dei cuscinetti, degli alberi di trasmissione e dei componenti del motore. E c'era un fattore che più di ogni altro, causava problemi: l'alta pressione e il calore generati dai motori diesel si stavano dimostrando particolarmente dannosi per la durata e le prestazioni degli oli motore, costringendo i veicoli a lunghi interventi di manutenzione e tempi di inattività che compromettevano la puntualità delle consegne.

Ma dalle difficoltà nascono le innovazioni: gli scienziati di Vacuum Oil, azienda che ha preceduto ExxonMobil, hanno ideato un olio con una speciale formulazione registrata nel 1925 come Diesel Engine Lubricant by Vacuum Oil, o DELVAC. Era ufficialmente nata la nostra gamma di lubrificanti Mobil Delvac™ che ancora oggi protegge moltissime flotte di autocarri in tutto il mondo.

barile di petrolio rosso

Progredire per affrontare le sfide economiche

Le prestazioni dimostrate dai motori diesel durante la seconda guerra mondiale hanno contribuito a diffonderne l'utilizzo sui veicoli commerciali negli anni del dopoguerra. Questo a sua volta ha contribuito a intensificare i trasporti su strada, che sono rapidamente diventati la colonna portante dell'attività economica collegando i porti con le reti ferroviarie, i centri di distribuzione e i clienti ovunque. Tutto stava andando alla grande.

Il grande passo successivo è arrivato nel 1949, quando i ricercatori di Vacuum Oil intenti nella ricerca di nuove tecnologie di processo hanno sviluppato il primo olio sintetico. Il potenziale delle polialfaolefine (PAO) sintetiche non è stato però immediatamente apprezzato: è trascorso più di un decennio prima di comprenderne pienamente i vantaggi, come l'esteso intervallo di temperature operative, la viscosità costante, la migliore protezione dei componenti e la maggiore durata.

La crisi economica del 2007-2008 ha visto aumentare ancora una volta i prezzi del carburante, costringendo i gestori delle flotte a cercare soluzioni per risparmiare: ne è derivato l'impegno verso la riduzione dei costi di manutenzione e dei costi di gestione complessivi. C'è stata un'innovazione particolarmente vantaggiosa: la formulazione dei nostri oli motore Mobil Delvac™ ad alte prestazioni e lunga durata. Questa ha contribuito a prolungare gli intervalli di sostituzione dell'olio, a ridurre i costi delle scorte e a migliorare la protezione del motore.

grafico

Affrontare cambiamenti senza precedenti

Il miglioramento della qualità del carburante, le nuove leggi in materia di sostenibilità e l'evoluzione tecnologica dei motori hanno portato i produttori di veicoli, i proprietari di flotte e i produttori di lubrificanti a migliorare i propri standard. I nuovi oli motore a basso contenuto di ceneri stanno contribuendo ad ottimizzare il risparmio di carburante, facendo sì al contempo che i conducenti e le merci possano affrontare i viaggi rispettando tutte le norme sui veicoli.

Anche se il virus ha complicato le cose per tutti, è ovvio che gli operatori del settore dei trasporti su strada (e i conducenti in particolare) negli ultimi mesi hanno dovuto affrontare molte sfide senza precedenti.

Non è facile soddisfare la nuova e differente domanda di beni e servizi, mentre allo stesso tempo si affrontano i problemi di distanziamento personale, tutelando e proteggendo la salute pubblica. La crisi del COVID-19 sta dimostrando che gli autotrasportatori sanno reagire.

carrello elevatore

Il futuro degli autotrasporti

La pandemia non era prevedibile, ma altre sfide in arrivo erano ben note, come le future normative cosiddette Euro 7.

Questo potrà aiutare i proprietari di flotte a rispettare le future normative". Sono già in corso attività di ricerca per formulare oli a bassa e bassissima viscosità, che contribuiranno a migliorare l'efficienza del carburante senza compromettere la protezione dei componenti né la loro durata.

Anche l'arrivo imminente di nuove tecnologie è fonte di preoccupazioni per il settore: i nuovi veicoli commerciali elettrici renderanno più complesse le flotte e richiederanno nuove competenze, nuovi lubrificanti e sistemi avanzati di manutenzione predittiva. Ma gli autocarri intelligenti esistono già, grazie alla combinazione di guida assistita, monitoraggio remoto e sensori sempre più sofisticati, per migliorare la sicurezza e ridurre i consumi.

È chiaro comunque che il settore degli autotrasporti, nelle sue varie forme, sta vivendo un cambiamento mai affrontato prima d'ora. La combinazione di nuove tecnologie e norme aggiornate sulle emissioni, insieme all'attuale pandemia, sta rimodellando il trasporto su strada, il che influenzerà a sua volta la logistica e la pianificazione nella gestione quotidiana.

Ma c'è una buona notizia: i principali operatori del settore stanno già lavorando con impegno per raggiungere i migliori risultati possibili.

rosso camion

L'ultimo contributo di ExxonMobil all'efficacia del settore consiste in due nuovi oli motore ad altissime prestazioni per motori diesel: Mobil Delvac™ XHP ESP FE 5W-30 e Mobil Delvac™ XHP Ultra LE MN9 5W-20; quest'ultimo è stato formulato specificamente per soddisfare i più recenti requisiti di efficienza MAN M 3977. Entrambi i lubrificanti hanno eccellenti proprietà di protezione e di potenziale risparmio di carburante* nei moderni motori ad alte prestazioni e a basse emissioni destinati al trasporto pesante su strada.

Questa ovviamente non è la fine del viaggio iniziato nel 1925 con la nascita di Mobil Delvac, un prodotto che ancora oggi contribuisce alla lunga durata del motore e offre un'eccellente protezione ai motori e alle trasmissioni degli autocarri di tutto il mondo, in tutte le condizioni. I nostri tecnici e i nostri chimici continuano il lavoro di ricerca, sviluppando prodotti che aiuteranno gli autotrasportatori a raggiungere gli obiettivi di conformità, in modo sicuro ed efficiente, ora ed in futuro.

*Il risparmio potenziale di carburante si basa sull'esperienza di confronto tra le viscosità 5W-30 e 10W-40 / 15W-40